Gherardo delle Notti: Quadri bizzarrissimi e cene allegre

Firenze: la mostra monografica dedicata al pittore olandese caravaggesco, comunemente noto come Gherardo delle Notti, inaugura la stagione espositiva di Firenze 2015: “Un anno ad arte”. Gerrit van Honthorst, conosciuto come il pittore Gherardo delle Notti, proprio per la particolarità di ritrarre scene a lume di notte, grazie ai suggestivi effetti dei chiaroscuri creati dalla luce della candela, lasci la città di Roma nella primavera del 1620,per fare ritorno nella sua patria a Utrecht. Il decennale soggiorno italiano, rappresenta per il pittore quello più ricco e denso di novità stilistiche. Letteralmente rapito dal naturalismo caravaggesco, il giovane pittore nordico, divent in tempi brevi un grande protagonista e le sue prove ebbero l’onore di occupare altari importanti delle chiese romane e genovesi. Firenze, grazie alla passione di Cosimo II per Gherardo Possiede oggi cinque delle sue bellissime tele, tre delle quali sono dedicate ai soggetti conviviali. Anche l’ambasciatore mediceo a Roma, Piero Guicciardini, commission al pittore nel 1619, la pala per l’altare della sua Cappella in Santa Felicita: quella meravigliosa ” Adorazione dei pastori” dipinta a lume di notte. La mostra ripercorre accuratamente le due fasi creative del pittore, sia quella iniziale indubbiamente più nordica, sia quella più famosa e matura alla quale appartengono le tele conviviali fiorentine come :” Cena con sponsali”, “Buona ventura” “Cena con suonatore di liuto” o quelle appartenute a Vincenzo Giustiniani con l’eccezionale prestito del “Cristo dinanzi a Caifa” della National Gallery di Londra. Di rilevante importanza anche le tre pale d’altare e il celeberrimo “Violinista allegro” proveniente dal Rijksmuseum di Amsterdam. Nella mostra è presente anche il dipinto del Caravaggio, il “Cavadenti” della Galleria Palatina, eseguito nel 1609 e ben presto giunto alla corte granducale. La mostra curata da Gianni Papi, promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, è visitabile fino al 24 maggio. Per info www.unannoadarte.it
Immagine

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti)

(Utrecht 1592 – 1656)

Allegro violinista con bicchiere di vino 1623
Olio su tela

Amsterdam, Rijksmuseum
                                                                                                   Silvia BERLINGUER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *