LO SGUARDO APERTO, 4 FILM SULLA MISERICORDIA

Anche la Barriera di Vigevano sta supportando la straordinaria possibilità offerta da Papa Francesco al mondo con l’indizione dell’Anno Santo, promuovendo il binomio cinema e misericordia. Mediante le proposte che verranno offerte con i diversi linguaggi, che da sempre sono al centro del palcoscenico e dello schermo, vogliamo essere sostegno vivo per il cammino delle comunità nella scoperta del volto della misericordia. La programmazione al Cineteatro Odeon di Vigevano (PV) si basa su produzioni cinematografiche di qualità. Il volume pubblicato a gennaio dal Centro Ambrosiano, dal titolo “Lo sguardo aperto – 10 film sulla misericordia”, coordinato da Arianna Prevedello e don Gianluca Bernardini, ci ha guidati nelle scelte. Consultandolo abbiamo appreso che diversi titoli proposti erano da noi già stati programmati e abbiamo valutato insieme ai nostri curatori della programmazione altre proposte anche queste coerenti con il tema del Giubileo. Ogni film qui proposto è corredato da una scheda capace di suscitare riflessioni estetiche e pastorali. A realizzarle sono stati autori impegnati nell’animazione cinematografica: queste schede costituiranno un apparato critico capace di offrire delle domande da condividere con il pubblico in sala, allo scopo di allargare il più possibile il senso di comunità attorno al tema giubilare. Al centro dei film i diversi ambiti della vita: familiare, sociale e professionale oltre a quello religioso. Questi campi esistenziali narrati dal cinema d’autore saranno esplorati attraverso la categoria della misericordia avendo particolare attenzione al tema della disabilità e della povertà, dell’affettività e della vocazione, dell’accoglienza. Ecco la lista dei film consigliati: Martedì 5 aprile (ore 16,00 e 21,15) “Chiamatemi Francesco” (il Papa dalla vita in Argentina fino al giorno della sua elezione) / Martedì 12 aprile (ore 16,00 e 21,15) “Fuocoammare” (amaro spettacolo della vita a Lampedusa e di chi la perde nel Mediterraneo) / Martedì 19 aprile (ore 16,00 e 21,15) “Ritorno alla vita” (Dopo una banale lite domestica Tomas, uno scrittore, inizia a guidare senza meta intorno alla periferia della città. Lungo il tragitto, l’uomo colpisce accidentalmente un bambino che rimane ucciso. L’evento scatenerà nella vita e nella psiche di Tomas drammatiche conseguenze). / Martedì 26 aprile (ore 16,00 e 21,15) “Marie Heurtin – dal buio alla luce) (nata nel 1885 sorda e cieca, la quattordicenne Marie Heurtin è incapace di esprimere una comunicazione. Il padre, modesto artigiano, in cerca di una soluzione, si reca presso l’Istituto di Larnay vicino a Poitiers, per affidare la cura di Marie a delle suore. Tra le tante, la giovane suor Margherita ha il coraggio di occuparsi in prima persona di questa ragazza impaurita e selvaggia e decide di provare a farla uscire dall’isolamento e dal buio). Info: Associazione La Barriera, tel. 0381- 692336 / cell: 348-1269711.
                                                                                                      Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.