Madrid: Festival cinema italiano

Il cinema italiano ha conquistato Madrid dove e’ andata in scena la sesta edizione del tradizionale festival che porta nella capitale spagnola il meglio della produzione del Bel Paese. L’iniziativa, organizzata dall’Istituto italiano di cultura con il sostegno della direzione generale cinema del Mibac, ha riscosso come al solito uno straordinario successo di pubblico e critica che hanno potuto apprezzare nove lungometraggi, sette documentari e sette cortometraggi, scelti tra quelli presentati ai festival di Venezia, Roma, Torino, Cannes, Berlino, Locarno e Toronto.

Il premio alla carriera e’ stato consegnato al regista Marco Bellocchio, omaggiato con la proiezione all’Istituto dei suoi film ‘I pugni in tasca’ e ‘L’ora di religione’. Alla serata inaugurale, insieme all’ambasciatore italiano Pietro Sebastiani, era presente come madrina del festival l’attrice spagnola Angela Molina, vincitrice tra l’altro di un David di Donatello nel 1986 per la sua interpretazione in ‘Un complicato intrigo di donne, e vicoli e delitti’, che in omaggio alla moda italiana indossava un magnifico vestito di Armani. Tra i lungometraggi in cartellone, ‘La mia classe’ di Daniele Gaglianone, ‘Con il fiato sospeso’ di Costanza Quatriglio, ‘Miele’ di Valeria Golino, ‘L’arte della felicita” di Alessandro Rak, ‘Zoran, il mio nipote scemo’ di Matteo Oleotto, ‘L’arbitro’ di Paolo Zucca, ‘Italian movies’ di Matteo Pellegrini, ‘L’intrepido’ di Gianni Amelio e ‘La grande bellezza’ che uscira’ nelle sale spagnole il 5 dicembre.
                                                                                                              Luca CELORIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *