Il tempo riscritto da Augusto ora in una mostra

E’ già trionfo di presenze per “Rivoluzione Augusto. L’imperatore che riscrisse il tempo e la città”, la prestigiosa mostra godibile dal 17 dicembre scorso fino al 2 giugno 2015 al Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo, a Roma. augusteo.
L’evento, che chiude il programma di eventi in occasione della ricorrenza del Bimillenario, è promosso dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma con Electa, nell’ottica raggruppare in un abbraccio storico tutte le opere connesse al personaggio Augusto e possedute dal Museo stesso. Ritrovamenti che parlano di storia e sviluppo. Punti focali per una civiltà e da cui, per questo, sono partite le curatrici della mostra Rita Paris, con Miria Roghi e Silvia Bruni al fine di disegnare, in un interessante percorso, la grande azione sul tempo impressa da Augusto che, in quanto anche Pontefice e Imperatore, introdusse anche festività in onore del principe e della domus Augusta. Di fatto una vera e propria rivoluzione dei calendari e della scansione del tempo che rispecchia, da quel momento, una visione più ampia e completa.
Reperti ma non solo, in questa particolare esposizione che vanta anche dispositivi multimediali tra i quali spicca l’Hyper-biografia grazie al quale i visitatori possono interagire con i vari personaggi per calarsi ancor di più in quel mondo e capirne contesti e relazioni.
L’influenza su Roma di Augusto raggiunge l’apice della comprensione in una straordinaria visione aerea, per apprezzarne al meglio le progettualità edilizie ed urbanistiche; proprio quelle tracce arrivare oggi sino a noi.
A concludere il percorso, oltre a numerosi affreschi, anche un cortometraggio intitolato “A – Elegia di Augusto” che accompagna il visitatore alla conoscenza più personale e intima del grande uomo che ha cambiato l’idea del tempo.
                                                                                                               Silva BOS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *