PESADILLA (STUDIO)

Nell’ambito dei progetti di residenza portati avanti dalla Fondazione Piemonte dal Vivo (in particolare con la Lavanderia a Vapore di Collegno, centro regionale per la danza) si inserisce il periodo di residenza e di restituzione pubblica, affidato a Piergiorgio Milano al Teatro Giraudi di Asti (ex chiesa in piazza San Giuseppe). Grazie alla collaborazione con il Comune di Asti e con le realtà del territorio, è stato possibile sostenere la richiesta dell’artista, offrendo gli spazi del Teatro Giraudi per una residenza creativa di due settimane. In questo frangente sono previste tre restituzioni pubbliche, venerdì 5, domenica 7 e martedì 9 febbraio alle ore 18, aperte alla cittadinanza, per lo studio di “Pesadilla”, che debutterà all’Auditorium Parco della Musica di Roma il 13 febbraio. L’artista Piergiorgio Milano si è formato presso la “School for New Dance of Development” ad Amsterdam, “Le Lidò – École des Art du Cirque di Tolosa” e alla scuola di circo “Flic” a Torino. Dal 2007 è co-fondatore e coreografo del collettivo “320 Chili” (compagnia di circo contemporaneo nata dall’incontro di cinque giovanissimi artisti di circo contemporaneo: Elena Burani, Fabio Nicolini, Roberto Sblattero, Francesco Sgrò e ben appunto Piergiorgio Milano; l’esperienza comune di studio presso la scuola di circo Flic e la forte passione per le arti della scena li unisce; nasce così una compagnia di danza/circo/teatro contemporaneo (i 320 chili sono la somma dei loro pesi) che pensa e agisce come un organismo unico, vincitrice di prestigiosi premi, grazie a performance che abbinano il linguaggio di diverse discipline. Lo spettacolo, in forma di studio, che verrà presentato ad Asti racconterà con affilata e grottesca ironia l’imbruttimento esistenziale di una società che si barcamena sul filo dell’isteria. In un limbo sospeso tra insonnia, sonnambulismo e narcolessia “Pesadilla” ricalcherà le storture della vita moderna tratteggiando con un linguaggio metaforico gli stress e le fatiche esistenziali procurate da deformità quotidiane, impertinenze tecnologiche e frenesie urbane. “Pesadilla” è uno spettacolo di movimento che esce dagli schemi. La danza contemporanea viene utilizzata insieme a poetiche proprie del circo contemporaneo, del teatro fisico e della comicità clownesca. In sintesi: “una danza acrobatica sonnambula”.

                                                                                      Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.