SYLVIE GUILLEM / LIFE IN PROGRESS

A Milano al Teatro degli Arcimboldi l’ultima data italiana dello spettacolo di addio al palcoscenico di Sylvie Guillem. “Life in Progress”. Questo il titolo dello spettacolo con cui Sylvie Guillem dà l’addio alle scene. Il tour mondiale dello spettacolo, dopo aver debuttato a Modena lo scorso 31 marzo 2015, arriverà al Teatro degli Arcimboldi di Milano il 29 ottobre 2015. La data milanese, che segue le date programmate in Cina, sarà la penultima tappa europea: il tour, prodotto dal Sadler’s Wells London, chiuderà poi al New York City Center, in Austria a St Pölten e per finire a Tokyo nel dicembre 2015. Dopo una carriera senza precedenti di quasi 35 anni di successi, sia nel campo del balletto classico che della danza contemporanea, Sylvie Guillem porterà al Teatro degli Arcimboldi un programma firmato dai coreografi che hanno maggiormente influenzato la sua recente carriera in ambito contemporaneo. “Life in Progress” sarà l’ultima opportunità di vedere l’artista danzare su un palcoscenico. Sylvie Guillem interpreterà due lavori creati per questo tour: “Techne”, un assolo di Akram Khan, coreografo associato del Sadler’s Wells e “Here & After”, un passo a due con la ballerina del Teatro alla Scala Emanuela Montanari. Il nuovo duetto è firmato dal coreografo Russell Maliphant. Il programma comprende anche il solo “Bye”, creato per Sylvie da Mats Ek e da lei già interpretato nello spettacolo “6000 Miles Away”. In scena anche “Duo2015” di William Forsythe, del 1996, danzato da due interpreti maschili. Danzatrice famosa in tutto il mondo grazie ad una lunga carriera svolta al Balletto dell’Opéra di Parigi, al Royal Ballet e al Tokyo Ballet, Sylvie Guillem è una danzatrice dalle capacità tecniche–espressive uniche. Nell’anno dei suoi 50 anni, dopo 39 anni di attività, ha deciso di fare il suo ultimo inchino, salutando così il suo affezionato pubblico. La parola a Sylvie Guillem: “Il mio primo inchino, 39 anni fa, è stato uno scivolone senza controllo… alla Scuola di Balletto dell’Opéra di Parigi, gli studenti (soprannominati “topini”) dovevano inchinarsi ai ballerini professionisti e agli insegnanti in segno di rispetto. I ballerini sembravano essere freddi e distaccati, ogni volta che eravamo di corsa apparivano dal nulla e dovevamo fermarci per fare l’inchino, scivolando. Il pavimento vecchio, tirato a cera e reso sempre più liscio dall’usura, rendevano questo compito piuttosto pericoloso. A tutta velocità cercavamo di tenere l’inchino per almeno mezzo secondo: una genuflessione con le braccia tese verso il basso a forma di V, palmi verso il basso, piede puntato dietro la gamba d’appoggio. Fatto questo, di corsa alla classe successiva. Questi traballanti segni di rispetto erano tutt’altro che piacevoli, ma per noi era una “missione compiuta”! Dopo 39 anni di attività, ho deciso di fare il mio ultimo inchino. Il prossimo anno, il 2015, sarà l’anno del mio ultimo tour, con un nuovo progetto darò l’addio con gratitudine e con un bel carico di emozioni. Danzerò due nuove creazioni di Akram Khan e Russell Maliphant, e brani di repertorio di Mats Ek e William Forsythe. Ho amato ogni momento di questi 39 anni, e oggi è ancora così. Quindi, perché fermarsi? Molto semplicemente perché voglio chiudere la mia carriera mentre sono ancora felice di fare ciò che faccio con orgoglio e passione. Inoltre… ho un amico, un agente segreto, a cui ho dato “licenza di uccidere” nel caso provassi a danzare più del dovuto! E sinceramente, vorrei risparmiargli questo compito. Ho iniziato scivolando per fare un inchino, è stato un viaggio entusiasmante, e ora sto per cambiare direzione. Una ‘vita in corso’. La mia.” Coreografie di Mats Ek, William Forsythe, Akram Khan, Russell Maliphant. Danzatori: Sylvie Guillem, Emanuela Montanari, Brigel Gjoka, Riley Watts. Giovedì 29 ottobre, Teatro degli Arcimboldi, Viale dell’Innovazione 20 – 20126 Milano. Info: 02.64.11.42.212/214.
                                                                                                   Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *