TRITTICO LATINO

Marco Parisotto, bacchetta canadese di origine italiana, debutta con laVerdi in un programma – il 46° della stagione sinfonica – originale e accattivante, di ispirazione e contenuti latino/ispanici, ambientato di qua e di là dell’Atlantico, nel doppio appuntamento di giovedì 6 (ore 20.30) e domenica 9 agosto (ore 18.00), all’Auditorium di Milano in largo Mahler. Dopo le note dell’ottava Expo Variation di Nicola Campogrande, in prima esecuzione assoluta, dedicata alla Svizzera (commissione laVerdi), con l’esibizione solista del corno delle Alpi dello specialista Carlo Torlontano, spazio a Silvestre Revueltas, violinista, direttore d’orchestra e compositore di pregio messicano, conosciuto tanto a Sud quanto a Nord del Rio Grande, particolarmente impegnato negli anni Trenta del secolo scorso nella promozione e diffusione della musica contemporanea del suo Paese, che voleva sganciata dall’influenza spagnola e nutrita di una sua propria autenticità. L’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi ne proporrà le due opere più conosciute: la colonna sonora per il film La noche de los Mayas e la composizione per orchestra Sensemayà. Si torna in Europa con Carlos Surinach, catalano di Barcellona ma naturalizzato statunitense nel 1959, che ha attraversato il “secolo breve” dedicandosi con successo in terra d’America alla composizione di musica per balletto. Surinach, di cui ascolteremo Ritmo Jondo, è altresì conosciuto (e apprezzato) per avere trascritto per orchestra la celeberrima suite pianistica Iberia di Isaac Albéniz, brano quest’ultimo che concluderà il programma. Info: www.laverdi.org o www.vivaticket.it
                                                                                                   Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *