ORCHESTRA DELLA SVIZZERA ITALIANA

A tre anni dal suo acclamato debutto scaligero, torna a Milano l’Orchestra della Svizzera italiana (OSI), che quest’anno festeggia 80 anni: il concerto avrà luogo martedì 19 maggio ore 20.30, all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, Largo Mahler. Sul podio il travolgente direttore principale dell’OSI Markus Poschner e il violoncellista francese Jean-Guihen Queyras, nell’impegnativo ruolo di solista nel Concerto per violoncello ed orchestra di Robert Schumann. Oltre alla presenza di questi due artisti di fama internazionale, la serata si preannuncia di particolare interesse per l’esecuzione di altri appassionanti capolavori del repertorio romantico: l’ouverture Le Ebridi di Felix Mendelssohn e la celeberrima Sinfonia n. 8 di Antonín Dvoràk. In questa occasione sarà presentato al pubblico il libro “Menu per orchestra. L’arte culinaria dagli antichi banchetti musicali ai moderni programmi radiotelevisivi” che include un cd dell’OSI: un’iniziativa di Coris (Società cooperativa della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana), in collaborazione con RSI (Radiotelevisione svizzera). Orchestra della Svizzera italiana (OSI) Costituita nel 1935 a Lugano, è stata diretta da grandi personalità musicali quali Ansermet, Stravinskij, Stokowski, Celibidache, Scherchen. Ha collaborato con innumerevoli compositori quali Mascagni, R. Strauss, Honegger, Milhaud, Martin, Hindemith e, in tempi più vicini, Berio, Henze e Penderecki. È una delle 13 formazioni a livello professionale attive in Svizzera. Composta da 41 musicisti stabili, è finanziata principalmente dal Cantone Ticino, dalla Radiotelevisione svizzera, dalla Città di Lugano e dagli Amici dell’OSI. Partner Internazionale è Helsinn. Dà vita annualmente alle stagioni concertistiche della RSI – Rete Due e partecipa regolarmente alle Settimane Musicali di Ascona, a Lugano Festival e al Progetto Martha Argerich. Si esibisce nei maggiori centri nazionali ed internazionali ed effettua numerose registrazioni in studio. Offre un’ampia serie di concerti rivolti alla popolazione e collabora attivamente con il Conservatorio della Svizzera italiana. Dal 2010 si è esibita al Parco della Musica di Roma con Lorin Maazel, al Teatro alla Scala di Milano con Salvatore Accardo, in tournée per tutta la Svizzera con Vadim Repin, nei maggiori Teatri del Brasile con John Neschling e in Corea del Sud con Vladimir Ashkenazy. Direttore onorario è Alain Lombard. Da settembre 2013, l’Orchestra della Svizzera italiana collabora con Vladimir Ashkenazy, artista di grande ispirazione, direttore e pianista, che seguirà l’orchestra per le prossime quattro stagioni nel ruolo di direttore ospite principale. A partire dalla stagione 2015-2016 l’OSI sarà guidata dal direttore tedesco Markus Poschner, che nell’importante funzione di direttore principale la sosterrà nei futuri sviluppi. La serata è in collaborazione con: Consolato generale di Svizzera a Milano, Corsi – Società cooperativa della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana e laVerdi. Info: www.vivaticket.it / www.laverdi.org/italian/biglietti.php
                                                                                                  Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *