MILANO SOLO

Giovedì 28 maggio alle ore 21, il violoncellista e pianista Piero Salvatori sarà protagonista del concerto Milano Solo, all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo in largo Mahler. Con “Milano Solo” Piero Salvatori ha voluto donare un omaggio alla città, alla sua vita, ai suoi sentimenti e alla sua storia. Per questo, durante la serata si affiancheranno sul palco simboli della Milano che vive Expo: Ornella Vanoni, accompagnata da Roberto Cipelli, e Mario Lavezzi. Durante il concerto l’Orchestra Giovanile “Pepita”, dell’Associazione Children in Crisis Italy Onlus, affiancherà Piero Salvatori nell’esecuzione di alcuni brani. Lo spettacolo si arricchisce con la presenza di Antonella Albano, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano, e Ghislaine Valeriani, già prima ballerina dell’Arena di Verona. Le due étoile danzeranno sulle note de “La morte del cigno” (Camille Saint-Saëns); la coreografia è a cura di Massimiliano Volpini. “Milano Solo” è un’emozionante colonna sonora che accompagnerà il pubblico presente in un viaggio nei luoghi e nella storia di Milano, attraverso le immagini proiettate su grandi schermi sul palco dal regista Mimmo Verduci. Una serata che si preannuncia indimenticabile e che racchiude in sé un grande gesto di solidarietà. Partecipando sarà infatti possibile sostenere la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, charity partner dell’evento, impegnata dal 1997 nella ricerca di un intervento radicale per la malattia genetica grave più diffusa, definita a “timer”, che solo nel nostro Paese conta oltre due milioni e mezzo di portatori sani, in larga parte inconsapevoli di esserlo. Grazie alla generosità di chi deciderà di prender parte alla serata, l’intero ricavato contribuirà al sostegno del significativo progetto di ricerca FFC#9/2014, “Geni modificatori legati alla malattia polmonare da Pseudomonas aeruginosa in fibrosi cistica”, coordinato da Alessandra Bragonzi dell’Unità di Infezioni e Fibrosi Cistica dell’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano. “Il motivo di questa scelta – spiega Piero Salvatori – è di carattere personale e chi assisterà al concerto, certamente, ne comprenderà le ragioni…”. Difficile da catalogare, insofferente alle appartenenze di genere, il suono di Salvatori, che attraversa jazz, pop e musica classica su una cifra fortemente internazionale e contemporanea, conserva un gusto profondamente italiano per la melodia che lo rende un unicum nel panorama musicale attuale. Nato a Roma nel 1969, Piero Salvatori dal 1993 svolge un’intensa attività concertistica collaborando con diverse orchestre come primo violoncello, vincendo numerosi premi e riconoscimenti. Dal 1996 prende parte a svariate produzioni televisive Rai e Mediaset e collabora nelle produzioni, nelle registrazioni e nelle tournée di numerosi artisti tra cui Renato Zero, Lucio Dalla, Riccardo Cocciante, Adriano Celentano e Claudio Baglioni. Dal 2000 al 2007 suona stabilmente, sempre come solista, con Gino Paoli. Dal 2003 collabora con il trombettista Paolo Fresu e, nel 2004, incide con Bollani e Ruggiero. Nel 2013 scrive le musiche per l’assolo di Roberto Bolle nello spettacolo “Bolle and friends”. “Milano Solo” è presentato dalla Fondazione Maimeri e Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, con il patrocino di Città Expo a sostegno della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus. Per informazioni: tel. +39 02 49754604.
                                                                                                     Michele OLIVIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *