Modigliani e la Bohème di Parigi

Torino: la stagione delle mostre alla GAM prosegue con uno straordinario protagonista Amedeo Modigliani, colui che incarna più di tutti la figura dell’artista maledetto ed è considerato ancor oggi uno dei più grandi interpreti della pittura europea del Novecento italiano. La mostra, di recente inaugurata, presenterà circa 90 opere, tra cui sessanta capolavori provenienti dal Musée National d’Art Moderne Centre Pompidou di Parigi e da importanti collezioni pubbliche e private d’Europa. L’evento è promosso dalla GAM e prodotta da MondoMostre con il prezioso quanto indispensabile contributo di Skira editore che ha curato il catalogo della mostra. L’esposizione è articolata in cinque sezioni, che ripercorrono la vitalità parigina del periodo, prestando particolare attenzione non solo alla pittura ma anche al disegno da cui sono nati questi capolavori. Un’attenzione particolare è stata rivolta anche alla scultura in cui il protagonista, insieme a Modigliani, è Costantin Brancusi. Tra le opere esposte in questa sezione le celebri” Principessa X” e “Mademoiselle Pogany III”. Modigliani è raccontato in mostra come il principale testimone della realtà cosmopolita della Bohème parigina, che ha profondamente segnato la sua indipendenza dai movimenti ufficiali delle avanguardie artistiche. Un delicato momento storico culturale che fa da sfondo a una vita fatta di alcool e di povertà che , uniti alla morte prematura dell’artista, hanno contribuito a creare intorno al personaggio un’aurea leggendaria. “Quando conoscer la tua anima, dipinger i tuoi occhi.” (Cit. Amedeo Modigliani). Per info www.gamtorino.it
Immagine

Amedeo Modigliani (Livorno, 1884 – Parigi, 1920)

Ritratto di Soutine, 1917.

Olio su tela, 55 x 35 cm

Collezione privata
                                                                                           Silvia BERLINGUER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *