Diego Campagna Un italiano alla Carnegie Hall

La Carnegie Hall di New York, è il sogno di ogni musicista, è uno dei luoghi più importanti al mondo per la musica classica e leggera. Il sogno per qualcuno è diventato realtà.
Diego Campagna, inizia a studiare chitarra alla giovane età di 8 anni, la sua è la storia di un italiano nel mondo, apprezzato per le sue doti e per la sua profonda conoscenza tecnico strumentale. Dopo la laurea specialistica di secondo livello, è l’unico italiano ad essere ammesso all’Università “Mozarteum” di Salisburgo dove ottiene il massimo dei voti. A soli quattordici anni esordisce sul palcoscenico del Teatro dell’opera del Casinò di Sanremo, con grande partecipazione del pubblico, che intravvede già nel giovane uomo un talento fuori dalla norma. Da diversi anni è impegnato in un’intensa attività concertistica come solista e nelle formazioni da camera. Nei primi mesi dell’anno del 2013, in occasione del suo tour a New York tra Manhattan e Long Island, gli viene affidata una prima esecuzione mondiale, due recitals e una masterclass per gli studenti americani, tanto da fargli meritare il titolo di uno tra i più importanti chitarristi al mondo della sua generazione; acclamato dalle cronache newyorkesi, nel giugno del 2014 dopo i suoi concerti a Newport nel Rhode Island e gli incontri con i ragazzi delle scuole delle città, ha ricevuto dal sindaco le chiavi della città per l’alto valore del suo contributo
artistico e il 22 giugno è stato istituito il “Diego Campagna Day”.
La vita di Diego è una vita interamente dedicata alla musica e alla sua chitarra, una Sakurai Maestro RF, dalla quale non si separa mai. Parlare con Diego è un po’ come riuscire a penetrare tutte le pieghe della musica, perché in ogni parola si percepisce a fondo la sua grande passione, ma quello che più colpisce è la sua semplicità e il suo rapporto con la musica, unica padrona della sua vita e del suo tempo. Il prossimo 30 gennaio alle ore 20 Diego Campagna debutterà alla Carnegie Hall in contemporanea con il Maestro Riccardo Muti e la Chicago Symphony Orchestra, due grandi talenti italiani ospiti nel mondo pronti a rendere onore al nostro Bel Paese. Il suo tour mondiale dopo la tappa newyorkese proseguirà in Giappone, a Cuba e in Australia. Lo straordinario chitarrista ha inciso per la Map Classics, il suo ultimo disco “Music from a parallel world”, New music for guitar, interamente dedicato alle nuove composizioni per chitarra. Abbiamo chiesto a Diego se ha altri sogni nel cassetto e la sua risposta tutta d’un fiato ci lascia lo spunto per una riflessione sul vero significato dell’Arte, intesa nella sua accezione più ampia del termine, “il mio sogno più grande” ha dichiarato Diego “è poter vivere facendo ciò che amo”.
Per informazioni www.diegocampagna.com
                                                                                                     Silvia BERLINGUER

 

image1

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *