Bonatti: Fotografie dai grandi spazi

A Milano è stata inaugurata lo scorso 13 novembre la prima mostra, mai dedicata, a Walter Bonatti, esploratore e famoso alpinista italiano, tanto da meritarsi l’appellativo di “Re delle Alpi”. L’esposizione promossa e prodotta dal Comune di Milano, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto e GAmm Giunti, è curata da Alessandra Mauro e Angelo Ponta, in collaborazione con l’archivio Bonatti. Si tratta di un nuovo spazio espositivo interamente dedicato alla fotografia che ripercorre attraverso documenti inediti e con l’ausilio di video, l’affascinante storia e il percorso di vita avventuroso di uno dei più grandi esploratori italiani: Walter Bonatti. Le fotografie, sono la testimonianza diretta di una vita dedicata alla scoperta dei luoghi più impervi della Terra, sono le immagini stesse a raccontare la vita del grande alpinista che è stato anche un grande e appassionato fotoreporter. Walter ha vissuto la sua vita di “italiano nel Mondo” alla scoperta di luoghi estremi del nostro pianeta e ci ha lasciato un grande patrimonio attraverso i suoi scritti e le sue foto, che oggi ci rivelano la sua grande forza, era un uomo solitario a stretto contatto con l’imponenza della natura che più volte ha voluto sfidare, con successo. Le sue foto, emozionanti , rivelano l’amore per le imprese impossibili ma raccontano soprattutto la storia di un uomo che ha voluto osservare il mondo accanto a lui, lo ha voluto toccare,prendere, non solo per scalare una cima o per raggiungere un traguardo ma per trarre dalla forza di Madre Natura, una lezione di vita che sia d’esempio per tutti e per sempre, come gli attimi che ha immortalato nelle sue fotografie, alle quali è riuscito a regalare l’eternità.
Per info e costi www.palazzodellaragionefotografia.it
Immagini
© Walter Bonatti/Contrasto

6. Deserto del Namib, Namibia. Aprile Maggio 1972
                                                                                                           Silvia BERLINGUER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *