Gigi Meroni Una vita a tutto campo

La storia di Luigi Meroni, un ragazzo semplice, dall’infanzia normale fatta di giochi all’oratorio e di ginocchia sbucciate, è raccontata con trasporto e passione nel volume realizzato dal giornalista Pierluigi Comerio, per Carlo Pozzoni fotoeditore.
L’infanzia semplice di Gigi lascerà il segno nel futuro di quello che diventerà uno dei giocatori o meglio,un “idolo indiscusso” nella storia del calcio italiano. Quella di Gigi, scomparso tragicamente a soli 24 anni, fu una vita già predestinata fin da piccolo al mondo del calcio, iniziò a tirare i primi calci di palloni nella squadra dell’oratorio del suo quartiere la Libertas San Bartolomeo, successivamente a 17 anni venne acquistato dal Como Calcio.
La sua carriera fu precoce e sfavillante, negli anni dal 1962 al 1964, giocò due importanti campionati nel Genoa Calcio, prima di approdare definitivamente nell’ambita squadra del Torino dove trovò “l’humus ideale per crescere ancora e conquistarsi la convocazione in Nazionale ai mondiali di Inghilterra”. Tutt’oggi molti sono i tributi dedicati alla sua persona, alla sua originalità e al suo indiscusso carisma, tanto da ricordarlo nei libri, nelle canzoni, nelle poesie, proprio perché la sua stessa vita seppur breve, è stata intensa come una poesia.
È meritevole di attenzione ciò che scrisse Gianni Brera in morte di Luigi Meroni:” Simbolo di estri bizzarri e libertà sociali in un Paese di quasi tutti conformisti”, certamente sono parole che fanno riflettere, la carriera di Gigi è stata breve ma indubbiamente intensa ed è stata questa intensità a lasciare una traccia indelebile nel mondo del calcio.
Nella conclusione alla bellissima, quanto toccante dichiarazione di Gianni Mura, si legge:” i suoi sogni e quelli che ha acceso col suo disarmato esempio meritavano questa testimonianza di testa e di cuore”. Forse sarà proprio grazie a questo alone di immortalità che avvolge la figura di Gigi Meroni se a distanza di anni questa “farfalla granata” come lo definì nel suo libro Nando Dalla Chiesa, è ancora così viva, presente e leggera.
Recentemente, il prezioso volume del fotoeditore Carlo Pozzoni ha ottenuto un importante riconoscimento durante la prima edizione del Premio Internazionale di letteratura città di Como, al libro infatti è stato conferito, sotto l’attenta giuria, presieduta dallo scrittore Andrea Vitali, una menzione speciale nella categoria Narrativa edita. Il volume, ” Gigi Meroni, una vita a tutto campo” nato grazie anche alle testimonianze di amici, conoscenti e al contributo della sorella di Gigi, Maria, si è distinto fra le altre 1400 opere pervenute all’associazione Eleutheria, promotrice del concorso che ha ottenuto contributi per l’iniziativa non solo dall’Italia ma anche da molti paesi europei e dalla Florida. Il libro ripercorre gli aspetti, anche i più curiosi della vita di Gigi Meroni e lascia spazio al lettore per riflettere e soffermarsi ancora un poco sul volo di quella poliedrica farfalla, dal colore intenso granata, che però aveva in sé tutte le sfumature dell’arcobaleno.
Per info www.carlopozzoni.it
La foto è stata gentilmente concessa dall’editore tutti i diritti sono riservati.
                                                                                                                    Silvia BERLINGUER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *