La Barca Sublime alla Venaria Reale

Il “Bucintoro del Re di Sardegna” , la sontuosa imbarcazione dei Savoia, simbolo del potere e destinata al “loisir” della corte, è in esposizione alla Venaria Reale, presso le scuderie Juvarriane. I visitatori, potranno finalmente ammirare, dopo un lungo e complesso restauro, la “Peota Reale”, in un allestimento spettacolare della durata di 40 minuti, curato dal noto registra teatrale, Davide Livermore. L’incantevole Barca, è l’unico esemplare veneziano del Settecento superstite di imbarcazione antica ad uso cerimoniale e di parata e costituisce un allestimento permanente all’interno del percorso di visita della Reggia. Per valorizzare ulteriormente il Bucintoro torinese (la denominazione, deriva dal Bucintoro, che rappresentava la grande imbarcazione dorata dei Dogi veneziani)indiscusso simbolo del potere regio, si è creato uno spazio apposito avvolto da un’atmosfera onirica, con il sottofondo musicale delle Arie settecentesche di Antonio Vivaldi e la voce narrante dei personaggi storici dell’epoca che raccontano in prima persona, gli interventi sulla Peota. In questo viaggio nel tempo, lo spettatore viene coinvolto nell’esperienza dello spettacolo teatrale: la musica armoniosa crea la giusta dimensione per poter ammirare questa “Barca Sublime” in tutta la sua bellezza. La “Peota” (il nome deriva dalla conformazione a scafo piatto, per la navigazione in acque basse e ad unico ponte) fu commissionata nel 1729 da Vittorio Amedeo II di Savoia, per la navigazione fluviale, è lunga quasi 16 metri e larga circa 2,60 con un albero di 12, 20 metri. Le raffinate e preziose decorazioni si devono al veneziano Matteo Calderoni, recano a prua un gruppo scultoreo intagliato e dorato raffigurante Narciso, affiancato da sagome di vecchi barbuti, simboleggianti i fiumi Adige e Po. La “Barca Sublime” concessa in comodato alla Venaria Reale dalla Fondazione Torino Musei- Palazzo Madama- Museo Civico d’Arte Antica, è presentata dal Consorzio per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino. Per info e costi www.lavenaria.it .
                                                                                             Silvia BERLINGUER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *