‘Ferite a Morte’ in scena a Ginevra

La violenza contro le donne è una piaga che ha sempre imperversato, soprattutto nelle culture più retrograde, e che oggi, anche nel nostro mondo occidentale, non si riduce, anzi: è all’ordine del giorno, sui siti di informazione, trovare una notizia in cui il sesso femminile ha avuto la peggio, a causa di uno stupro, di un maltrattamento domestico, di un femminicidio.
Questa questione non può più essere ignorata, tanto che è stata istituita la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, celebrata anche nel palazzo di vetro dell’Onu a New York, il 25 novembre 2013 con uno spettacolo teatrale intitolato “Ferite a morte”, che poi ha proseguito la sua tournée anche a Washington, Bruxelles e Londra. Questo mese, precisamente il 26 marzo, la rappresentazione teatrale andrà in scena presso il Palazzo delle Nazioni a Ginevra. Lo spettacolo, scritto dalla scrittrice, attrice e presentatrice italiana Serena Dandini, con la collaborazione di Maura Misiti prevede l’esibizione di monologhi di donne vittime di violenza domestica, letti da personalità internazionali (tra cui citiamo Navi Pillay, Doris Schopper, Maria Grazia Cucinotta, Kate James, Esther Mamarbachi, Nelly Staderini, Laura Bates) insieme alle autrici degli stessi. L’iniziativa e’ stata organizzata dalla Missione Permanente Italiana presso le Nazioni Unite e la Missione Permanente Svizzera, in collaborazione con Cultura Italia Sans Frontieres, l’Istituto Italiano di Cultura a Zurigo e United Nations Women Guild (Unwg).
Un nuovo messaggio dunque, indirizzato alle donne, affinché siano forti e pronte a denunciare il pericolo che le circonda.
                                                                                                 Marisol BERTERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *