L’uomo forte per Sanremo potrebbe essere lui: Antonio Marano prossimo alla pensione dalla Rai?

Di Illy Masper

SANREMO. Ormai è un dato di fatto che la Rai abbia preso il sopravvento sulla Città di Sanremo da anni, ma da quest’anno ancora molto, ma molto di più. Un po’ con la scusa del settantesimo anniversario del Festival della Canzone (una scusa?), un po’ perché la tivvù di Stato ha capito che questa benedetta Città dei Fiori, se vuol diventare anche Città della Musica, da sola non andrà mai da nessuna parte.

E allora i vertici della Rai probabilmente fanno questa considerazione: il Festival è un grosso business consolidato, però Sanremo non si può ancora considerare una Città della Musica, manca qualcosa e soprattutto mancano altre iniziative durante l’anno che consolidino questo, che oggi è ancora solo uno Slogan sulla carta. Però poi manca anche qualcuno che sappia prendere delle decisioni, forti e anche senza il consenso collettivo che tanto non avrebbe mai.

Lo diciamo da anni che Sanremo non ha le capacità intuitive, non ha fantasia, ha poche idee e molto confuse e pensa a tutt’altro, piuttosto che programmare un vero rilancio dell’economia turistica per tutto l’anno. Non è in grado di progettare, ad esempio, un Palazzo del Festival (o almeno lo é solo per pagare i progetti e poi non realizzarli, o farli male, vedi il caso del Palafiori) da posizionare in Piazza Colombo, che sarebbe la location ideale, piuttosto che lasciare quella bruttura di oggi, a parte per questa settimana del Festival.

E questa è soltanto un’idea. Una seconda sarebbe quella di dare vita ad un vero ed efficiente Ufficio Manifestazioni (staccato dalla Politica) che coordini tutta la città: non esiste che tutti facciano per conto proprio, con sperpero di forze lavoro e tanti soldi. Questa è un’altra considerazione che nessuno prende sul serio, tanto meno gli amministratori, anche perché non è il loro mestiere.

Dicevamo che occorrerebbe l’uomo forte? Ebbene ci sarebbe, anzi c’è, ed è già sul posto: si chiama Antonio Marano (Presidente di Rai-Pubblicità e nella foto con Simona Ventura) il quale, essendo ormai prossimo alla pensione, potrebbe prendere in mano la situazione sanremese e portare avanti questo progetto-programmatico. In questo modo Sanremo avrebbe a disposizione un uomo di grande capacità e professionalità indiscussa, indispensabile per mettere in riga questa bella città di mare.

Ad Antonio Marano il quotidiano del Festival, Festivalnews, dedicherà, nei prossimi giorni, un’approfondita intervista, realizzata da Ilaria Salerno, certi che gli farà toccare alcuni punti di estremo interesse e non solo personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *